Osservatorio Regionale

    Osservatorio regionale per la Formazione Continua in Medicina


    ORECEM

    La Regione Umbria, con deliberazione di Giunta regionale n. 1555 del 16 dicembre 2011 ha istituito l'Osservatorio regionale per la formazione continua in medicina - ORECEM, sulla base di quanto stabilito negli Accordi Stato Regioni del 1° agosto 2007, del 5 novembre 2009 e del 19 aprile 2012, coinvolgendo, per la sua composizione, tutti i soggetti istituzionali, quali l'Università degli Studi di Perugia e le Aziende Sanitarie regionali, nonché gli ordini, i collegi e le associazioni professionali.

    I componenti dell'Osservatorio, la cui durata in carica è di tre anni, nominati con d.g.r. n. 1247 del 29 ottobre 2015 e n. 1082 del 26 settembre 2016 sono i seguenti:

    1- Dott. Walter Orlandi, Direttore Regionale alla Salute, Welfare. Organizzazione e Risorse umane, quale delegato dell'Assessore regionale alla Coesione sociale e Welfare, in qualità di Presidente;

    2- Prof. Elmo Mannarino, Presidente della Scuola Interdipartimentale in Medicina dell'Università degli Studi di Perugia;

    3- Prof. ssa Liliana Minelli, quale esperto in igiene e sanità pubblica dell'Università degli Studi di Perugia;

    4- Prof. Luca Ferrucci, quale esperto in economia e Preside della Facoltà di Economia dell'Università degli Studi di Perugia;

    4- Prof. Andrea Sassi, quale esperto in giurisprudenza dell'Università degli Studi di Perugia;

    5- Dott. Mario Berardi, quale delegato del Presidente dell'Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della Provincia di Perugia;

    6- Dott. Gabriele Marinozzi, quale delegato del Presidente dell'Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della Provincia di Terni;

    7- Dr.ssa Maria Trani, dirigente del Servizio “Politiche di sviluppo delle risorse umane del S.S.R., semplificazione in materia sanitaria e patrimonio delle aziende sanitarie. Riforme”, quale rappresentante della Regione Umbria;

    8- Dr.ssa Ivana Ranocchia, responsabile ad interim della Sezione “Sviluppo del sistema formativo interdisciplinare in sanità” quale rappresentante della Regione Umbria;

    9- Dr. Franco Cocchi, quale esperto in ambito di formazione sanitaria delle Azienda Sanitarie USL regionali;

    10- Dott. Luciano Lorenzoni, quale esperto in formazione sanitaria delle Aziende Ospedaliere regionali;

    11- Dr. Gianluca Ontari, quale rappresentante esperto dell'area Infermieristica;

    12- Dr.ssa Valentina Bosi, quale rappresentante esperto dell'area Riabilitativa;

    13- Dr. Lodovico Baldini, quale rappresentante esperto dell'area Tecnica;

    14- Dr. Alessandro Coccia, quale rappresentante esperto dell'area della Prevenzione;

    15- Sig.ra Anna M. Felici, dipendente del Servizio Affari generali ed amministrativi, personale del S.S.R. e formazione degli operatori della Direzione regionale salute, coesione sociale e società della conoscenza, quale Segretario.

    L'Osservatorio per l'educazione continua in medicina (ORECEM), i cui compiti e funzioni sono specificati sia nell'Accordo del 2007 che in quello del 2009, dovrà in sinergia con l'Osservatorio Nazionale ECM assicurare il supporto tecnico scientifico alla Regione in modo da contribuire al percorso di accreditamento regionale dei Provider svolgendo tre differenti funzioni:

    1. Valutativa

    2. Di verifica

    3. Di analisi tecnica scientifica

    In relazione alla funzione valutativa l'Osservatorio è chiamato a:

    1- Monitorare la coerenza delle attività formative dei futuri Provider con gli obbiettivi regionali, sia in termini qualitativi sia in termini di attribuzione dei crediti agli eventi erogati.

    In relazione all'attività di verifica l'Osservatorio deve:

    1- Verificare l'offerta formativa,sia in termini quantitativi (formazione in rapporto al numero di operatori, copertura crediti per professioni e per tipologia di partecipazione), sia in termini qualitativi (coerenza eventi accreditati/eventi realizzati, coerenza eventi/obbiettivi formativi regionali);


    2- Accertare il raggiungimento del numero di crediti formativi per ciascuna professione in relazione ai Provider e alla luce degli indirizzi regionali;

    3- Verificare il mantenimento dei requisiti dei Provider.

    4- Effettuare gli audit presso il provider ECM che ha richiesto l'accreditamento provvisorio, nonchè di procedere a verifiche in loco, per almeno il 10% dei provider accreditati provvisoriamente, al fine di accertare sia la qualità del prodotto offerto sia il mantenimento dei requisiti previsti;


    L'analisi dei dati deve consentire:

    1- L' elaborazione di un rapporto annuale sull'attività ECM della Regione Umbria, da inviare all'Osservatorio nazionale;

    2- La diffusione di informazioni relative alla popolazione formata;

    3- La valutazione della corrispondenza delle attività formative con le linee di indirizzo regionale;

    4- La valutazione delle ricadute della formazione sull'attività lavorativa;

    5- Il Coordinarsi con le altre realtà regionali e con l'Osservatorio nazionale.


    L'Osservatorio Regionale sulla qualità della formazione dovrà avvalersi della collaborazione dell'Università degli Studi di Perugia, delle Aziende Sanitarie e degli Ordini, Collegi ed Associazioni Professionali.