ECM

    LA FORMAZIONE CONTINUA DEL PERSONALE SANITARIO

     

    La formazione continua in medicina è l'insieme organizzato e controllato di tutte quelle attività formative, sia teoriche che pratiche, finalizzato a mantenere elevata ed al passo con i tempi la professionalità degli operatori della sanità per supportare lo sviluppo del governo clinico.
    La caratteristica principale del programma di E.C.M. è rappresentata dal fatto che essa prevede l'obbligatorietà della formazione continua e l'estensione a tutti gli operatori della sanità, coinvolgendo quindi tutte le categorie professionali.
    La conseguenza pratica di questi due elementi: obbligatorietà ed estensione a tutte le categorie professionali è rappresentata dal fatto che ogni operatore sanitario ha l'obbligo deontologico di mettere in pratica le nuove conoscenze e competenze per offrire una assistenza qualitativamente utile. Prendersi, quindi, cura dei propri pazienti con competenze aggiornate, senza conflitti di interesse, in modo da poter essere un buon professionista della sanità.
    La Regione Umbria, a partire dal 2002, ha avviato, ai sensi del D.Lgs. n. 502/1992 integrato dal D.Lgs. n. 229/1999, il sistema di educazione continua in medicina - E.C.M., rivolto a tutti gli operatori del servizio sanitario nazionale, sulla base dei principi sanciti in sede di Conferenza Stato Regioni e delle determinazioni e criteri generali stabiliti dalla Commissione Nazionale ECM.
    Il principale scopo è stato quello di mantenere, sviluppare ed incrementare le conoscenze, le competenze e la performance degli operatori, in modo da garantire qualità al sistema sanitario regionale e al fine di supportare lo sviluppo del governo clinico.
    L’Accordo Stato Regioni del 1° agosto 2007, che definisce il Riordino del programma di formazione continua in medicina e stabilisce la nuova organizzazione e le nuove regole per la Governance del sistema ECM del triennio 2008/2010, individua nell’Agenas – Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali – la “casa comune”, a livello nazionale, in cui collocare la Commissione nazionale e gli organismi che la corredano.
    Alla luce degli Accordi Stato Regioni del 5 novembre 2009 e del 19 aprile 2012, la Giunta regionale ha approvato il nuovo sistema regionale di formazione continua – ECM che prevede l’accreditamento provider che erogano formazione residenziale, sul campo, blended e a distanza.
    Il nuovo sistema prevede un rafforzamento della funzione della Regione nell’ambito del monitoraggio e della valutazione del sistema ECM, stabilendo i criteri e le modalità di accreditamento per i provider, i criteri per l’assegnazione dei crediti sull’attività ECM, le funzioni ed i ruoli di tutti i soggetti interessati al sistema: Commissione Nazionale ECM, organizzatori di formazione, professionisti della salute, Ordini, Collegi ed Associazioni professionali, organizzazioni sindacali, in un ottica di partecipazione attiva e responsabile da parte di tutti gli attori del sistema coinvolti nel sistema di governo della formazione continua in sanità.
    E’ stato istituito l’Osservatorio per l’educazione continua in medicina (ORECEM) il quale, in sinergia con l’Osservatorio Nazionale ECM, assicura il supporto tecnico scientifico alla Regione per contribuire al percorso di accreditamento regionale dei Provider, svolgendo una funzione valutativa, di verifica e di analisi tecnica scientifica.